Come gocce di sale e di vento

Buongiorno cari lettori! Pronti per il fine settimana?

Oggi vi presento un libro che ho acquistato di seconda mano, ma di cui non sapevo assolutamente nulla.

TITOLO: Come Gocce di Sale e di Vento

AUTORE: J. Courtney Sullivan

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Garzanti

Maggie, Alice, Kathleen e Ann Marie sono quattro donne che appartengono alla stessa famiglia. Si contraddistinguono per i loro caratteri forti e decisi, per i loro diversi ideali e per non amarsi a vicenda.  Con il passare del tempo, hanno preso strade diverse, ma si rincontreranno nell’unico posto che ancora le tiene unite: la casa di famiglia sul mare.  Cosa succederà alle 4 donne?  Ci saranno scintille o riusciranno a convivere senza troppe storie?

Come ho scritto sopra, non conoscevo assolutamente né il libro né la scrittrice quindi per me, imbattermi in questa lettura è stata un’avventura.  La storia si apre con la presentazione di una delle donne: Alice, madre di Kathleen, nonna di Maggie e suocera di Ann Marie. Quindi in poche parole “il capo famiglia”.  La donna appare subito molta dura nei confronti dei figli e dei nipoti, l’unica figura che apparentemente stima è la nuora.  Purtroppo molti dei capitoli sono stati di presentazione di ogni personaggio e questo non ha fatto prendere davvero una svolta alla storia.

Il quadro completo della vicenda si ha grazie ai racconti delle protagoniste che, capitolo dopo capitolo, mettono a nudo le loro paure, i loro punti di forza e i loro desideri. Infatti ammetto che all’inizio è stato un pò difficile abituarsi allo stile della scrittrice, perché si veniva sovraccaricati di informazioni che portavano il lettore ad una carenza di attenzione.

Nella sinossi del libro (l’ho letta solamente dopo aver finito il libro, questo mi sembra ovvio!) si parla di un mistero o meglio, di un segreto che una delle donne, Alice, porta con sé e di cui non ha mai fatto parola con nessuno. Benissimo! segreto che però viene già svelato all’inizio del libro, quindi quando poi finalmente ci imbattiamo nel capitolo che racconta questo fatidico segreto, il lettore sa già tutto. Questo mi ha deluso parecchio.

I personaggi cardini della storia sono donne molto forti, testarde, arroganti, impulsive e chi più ne ha più ne metta.

Alice.

Madre di tre figli: Kathleen, Clare e Patrik detto Pat. Nei loro confronti ha solo dimostrato tanto odio e disprezzo motivo per cui tutti e tre sono andati a vivere lontano dalla madre. Da piccoli sono stati vittime dei momenti poco lucidi della madre ( era un’alcolista), non amava passare del tempo con loro anzi, se poteva evitarli lo faceva con molto piacere. Alla fine del libro si capisce che questo suo odio è provocato dalla gelosia nei confronti del marito: lui li amava alla follia.  Questo portava Alice ad odiare i suoi figli.

Kathleen.

La pecora nera della famiglia! Era la cocca di papà e quindi assolutamente odiata dalla madre. La sua reputazione è peggiorata quando ha deciso di divorziare con il marito, atto che andava contro gli ideali di Alice. Ma ciò che ha portato poi l’assoluto allontanamento di kathleen dalla madre, è stato il fidanzamento con Arlo e l’apertura di un allevamento di vermi grazie ai soldi del padre.

Maggie.

Figlia adorata di kathleen. É la protagonista che in assoluto ho amato di più. Rispetto al brutto carattere della madre, lei si distingue per la gentilezza, per essere una donna molto tenace e coraggiosa. In realtà mi sono molto rispecchiata in lei. Credo di somigliarle sia nei modi di agire e di pensare, sia caratterialmente, quindi leggendo ho sempre fatto il “tifo” per lei. Purtroppo i capitoli dedicati alla sua storia erano sempre troppo belli e troppo corti.

Ann Marie.

La nuora di Alice e moglie di Pat. Odiosa! io ho odiato questo personaggio. Arrogante, troppo perfettina, insomma la classica ” So tutto io”.  Pronta sempre a criticare gli altri per mettere in primo piano tutto ciò che la riguarda. Ma a metà libro si iniziano a scoprire gli scheletri nell’armadio! Eh si… Ann Marie non è effettivamente la donna che fa credere di essere.

La struttura del libro è molto semplice: linguaggio facile, scorrevole, e veloce, l’unica pecca? Capitoli infiniti, troppo ricchi di informazioni molte delle quali mi sfuggivano, costringendomi a rileggere tutta la pagina per non perdere il filo del discorso.

Vi lascio al solito il link per l’acquisto diretto del libro su Amazon con cui sono affiliata.

Aspetto le vostre riflessioni e considerazioni a riguardo.

La Vostra FedericaChinnci

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *